Ecco perché viviamo così male. Uno studio del MEF spiega tutto, siamo la Cenerentola d’Italia.

Ora è certificato. Giugliano e’ la città più bistrattata d’Italia. Il comune dove lo stato spende meno. Altro che sprechi. Nella speciale analisi redatta per il ministero delle finanze su www.opencivitas.it è chiaro il quadro che emerge. Siamo la Cenerentola del bel paese.

16 MILIONI IN MENO. A Giugliano spetterebbe almeno un finanziamento statale all’anno (la così detta spesa storica) di 66 milioni di euro. Ne arrivano in cassa appena 50. Meno 16 milioni che per un comune come il nostro significa il 15 per cento del bilancio.

CONFRONTI. Un dato ancora più assurdo se si pensa che la spesa storica a Giugliano e’ calcolata su parametri distorti. Le altre città della nostra dimensione e popolazione sono tutte capoluogo di provincia e beneficiano di ben altri finanziamenti. Ad esempio Monza che conta solo 2000 abitanti in più a Giugliano beneficia in totale di quasi 100 milioni di euro. Ben 40 in più a Giugliano. Scendendo al centro Pescara riceve 76 milioni e mezzo di euro e per restare in Campania, Salerno, che ha solo 10.000 abitanti in più di Giugliano, prende ben 135 milioni di euro: 85 milioni in più della Città della Mela Annurca. Facendo una media per abitanti per Giugliano lo stato spende 494 euro a persona, per Monza 1038, per Pescara 780 e infine per Salerno 1242 euro.

LA BEFFA. Dall’analisi risulta anche che Giugliano sia un comune virtuoso. Il dato non tiene certo conto dei disservizi che da anni la città vive sulle sue spalle. Riceviamo poco e spendiamo male. Per la polizia locale ad esempio dovremmo spendere 5.389.717 euro ed invece spendiamo meno di 4 milioni. Ma il dato più assurdo è quello per l’ambiente: la capitale della terra dei fuochi dovrebbe avere almeno 5.132.979 euro per gestire le questioni ambientali (al netto delle spese per la raccolta dei rifiuti) ed invece ha poco più di 2 milioni. Il 140 per cento in meno.

MALE TUTTA L’AREA NORD. Marano ad esempio ha 3 milioni di euro e mezzo in meno rispetto a quanto dovrebbe avere, stessa cifra e stesso discorso per Melito. Calvizzano quasi 500.000 euro in meno. Ben 2 e 700 mila euro mancanti per Qualiano. Un po’ meglio Villaricca dove manca all’appello poco più di un milione di euro. Unico comune a sorridere Mugnano che riceve dal Governo mezzo milione di euro in più.

UN CASO NAZIONALE. Giugliano e l’area nord sono un caso nazionale che dovrebbe essere posto all’attenzione del Governo. La città più grande d’Italia non capoluogo di provincia e’ quella dove Roma investe meno soldi.